Delrio: "L'elezione indiretta dei nuovi senatori non sarebbe uno scandalo"

ROMA - "L'elezione indiretta dei nuovi senatori non sarebbe uno scandalo. Basta guardare al Senato francese e tedesco" ha dichiarato il ministro per le Infrastrutture, Graziano Delrio, in un'intervista pubblicata dal Corriere della Sera.

"Siamo pronti a lavorare come ha detto il premier sulla proposta della minoranza Chiti-Fornaro che prevede due schede: per l'elezione dei consiglieri regionali e per i senatori. Io preferisco il Senato delle autonomie. Non cambia molto con i due sistemi, mi interessano di più le funzioni. Si può fare un accordo con ordine del giorno vincolante prima del referendum. Per me la politica non è fatta di ricatti e minacce ma di strette di mano. Nessuno ha mai avuto la pretesa di trasferire l'egemonia del Pd nel Senato. E comunque l'apertura di Renzi dimostra a maggior ragione che noi badiamo alla sostanza". 

0 commenti:

Posta un commento