Calcio. Infantino: "Un Mondiale a 48 squadre? Resterà sicuramente la qualità"

GINEVRA - "Un allargamento della fase finale dei Mondiali da 32 a 48 squadre non comporterà un calo di qualità, anzi, la qualità di sicuro resta. Non dimentichiamo quanto accaduto all'ultima Coppa del Mondo, con Inghilterra e Italia eliminate dal Costa Rica" ha dichiarato il presidente della Fifa Gianni Infantino il quale, nei prossimi giorni, sottoporrà all'attenzione della Fifa la sua proposta da attuare a partire dall'edizione 2026.

"Se vogliamo prendere sul serio la nostra missione di far crescere il calcio in tutto il mondo, non c'è spinta maggiore per un Paese o una regione che qualificarsi a un Mondiale. C'è grande entusiasmo nell'intero Paese, un'euforia per cui tutti non vedono l'ora di partecipare. Non possiamo più chiedere a un singolo Paese di avere 12-14 stadi top, aeroporti e strutture per cui guarderemo alla possibilità che siano due, tre o quattro Paesi a presentare una candidatura congiunta abbassando così i costi. Il calcio non è una prerogativa di uno o due Continenti. La Fifa ha voltato pagina e insieme avremo la meglio su coloro che non vogliono il cambiamento e che cercano di sabotarmi. Ci sono forze che forse non vogliono che alcune cose vengano fuori ma non mi interessa, vado per la mia strada. Abbiamo abbracciato il cammino delle riforme, della trasparenza, della buona governance e andiamo avanti. Il passato è il passato, oggi stiamo operando e lavorando con un assetto completamente diverso, con persone diverse che hanno funzioni differenti all'interno della Fifa, operando in modo aperto e trasparente. Stiamo lavorando ogni giorno per combattere ogni forma di discriminazione con azioni concrete, rendendo questa organizzazione più internazionale. Il razzismo non si combatte con un gruppo di lavoro o una task force. Le autorità e la Federazione russa ci hanno dato le necessarie garanzie, sarà una festa del calcio. La Russia sa che l'attenzione di tutto il mondo sarà su di lei e i Mondiali saranno un'occasione per mostrarsi sotto una luce diversa". 

0 commenti:

Posta un commento